TRELILU – Attraverso Festival
536
event-template-default,single,single-event,postid-536,single-event-container,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

TRELILU

Torna indietro

domenica 03 settembre 2017 / 21:30

TRELILU

in concerto

Calamandrana Alta, Borgo, (AT)

Questa seconda edizione di Attraverso Festival vede il coinvolgimento del Comune di Calamandrana, cittadina del Monferrato, inserita nel territorio solcato dal torrente Belbo, nota per la fiorente produzione di vini e per l’antico Borgo che la sovrasta. Degustazione di prodotti del territorio a cura  della Pro Loco di Calamandrana e de I Talenti. 

Ingresso Libero

Questa seconda edizione di Attraverso Festival vede il coinvolgimento del Comune di Calamandrana, cittadina del Monferrato, inserita nel territorio solcato dal torrente Belbo, nota per la fiorente produzione di vini e per l’antico Borgo che la sovrasta.

Due gli appuntamenti in programma:

Ore 11.30 _Ex Stazione – Biblioteca Monferrato Gate
Presentazione del libro di Gianmaria Testa “Da questa parte del mare” con Paola Farinetti e il cantautore Alessandro Sipolo

Alle 11.30, appuntamento presso la ex stazione di Calamandrana, ora trasformata in biblioteca e centro culturale. Si parla di migrazioni moderne, di accoglienza e di Mediterraneo con Paola Farinetti e Alessandro Sipolo, cantautore bresciano, tra i vincitori di Musicultura 2017. L’occasione è la presentazione di “Da questa parte del mare” di Gianmaria Testa, il racconto dei pensieri, delle storie, delle situazioni che hanno contribuito a dar vita ad ognuna delle canzoni dell’album omonimo, ed è un po’, anche, inevitabilmente, il racconto di Gianmaria stesso e delle sue radici. Una lingua poetica e tagliente, insieme burbera ed emozionata. Bellissima.

Alessandro Sipolo, oltre ad essere un cantautore della nuova generazione, fortemente influenzato dal lavoro sia poetico sia musicale di Gianmaria, lavora per il Servizio di Protezione Richiedenti Asilo e Rifugiati di Bresca ed è collaboratore dell’Osservatorio sulla criminalità organizzata dell’Università degli Studi di Milano, fondato e diretto dal Professor Nando dalla Chiesa. Non ci poteva dunque essere persona migliore per affrontare e cantare questi argomenti.

In collaborazione con Maramao Società Cooperativa Agricola Onlus, l’Associazione richiedenti asilo attiva nel Monferrato che potrà portare una testimonianza diretta sulle situazioni nelle zone Unesco e che organizzerà l’aperitivo etnico della domenica.

 

Alle 21.30, nella bellezza storica del Borgo alto di Calamandrana, si esibiranno alle 21.30 i musicisti stralunati dei Trelilu, che in realtà sono quattro: il Maestro Spiegazza (voce), Bertu (chitarra), Peru (clarinetto, voce, chitarra) e Franco (contrabbasso e voce).

Con uno spettacolo tra il concerto e il cabaret, cocktail di musica e divertimento tragicomico e surreale, tra invenzione spontanea nei dialoghi, uso della lingua piemontese e di italianismi maccheronici, gestualità e costumi, i Trelilu celebrano il primo quarto di secolo di attività: venticinque anni sono trascorsi infatti da quando i Trelilu si formarono, in terra di Langa, fra Carrù e Piozzo, e cominciarono a scorrazzare in lungo e in largo per lo stivale, portando musica, allegria e genuina tradizione del territorio natìo.

Sono abituati a palcoscenici d’ogni tipo, da San Clemente di Rimini a Cantù, sino al concerto di Conthey (Svizzera), passando per l’esordio teatrale al fianco di Alessandro Perissinotto, scrittore, prima appassionato poi amico, divertendosi nel raccontare la sua ‘Busiarda’, sino alla più recente collaborazione con le “Blue Dolls”.


In Collaborazione con:

 
Calamandrana
Calamandrana
 

 
Maramao