QUANDO LA BANDA PASSÒ – Attraverso Festival
573
event-template-default,single,single-event,postid-573,single-event-container,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

QUANDO LA BANDA PASSÒ

Torna indietro

sabato 26 agosto 2017 / 18:00

QUANDO LA BANDA PASSÒ

con Les Traine SavatesBandakadabra, Corpo Bandistico Antonio Rebora

Ovada, Centro Storico, (AL)

Con i suoi tamburi, le trombe e i sassofoni la Banda è da sempre intimamente legata all'idea di festa e di condivisione popolare. Grazie alle sue marce una comunità si incontra.

Ingresso Libero

Con i suoi tamburi, le trombe e i sassofoni la Banda è da sempre intimamente legata all’idea di festa e di condivisione popolare. Grazie alle sue marce una comunità si incontra. Si incontra e si “muove” perché la Banda non è solo musica, ma musica e movimento: le bande sfilano, diventano parte integrante dei paesaggi che attraversano, passano, svolgendo nell’ambito della nostra tradizione culturale funzioni diverse. La loro musica, infatti, costituisce un momento di socialità che coinvolge gli individui singolarmente e come parte di un gruppo, accompagnando le feste patronali, quelle civili, i matrimoni e i funerali.

Parallelamente le formazioni bandistiche, oltre ad essere “spettacolo”, rappresentano anche uno spazio insostituibile di scolarizzazione e di alfabetizzazione musicale, soprattutto nei piccoli centri dove spesso mancano gli spazi per imparare a suonare uno strumento.

QUANDO LA BANDA PASSÒ è una sorta di Festa delle Bande che, in occasione di Ovada in Festa, la manifestazione organizzata dalla Pro Loco di Ovada che unisce musica, spettacoli, ballo, intrattenimento e degustazioni, mette insieme la Bandakadabra, fanfara urbana secondo l’azzeccata definizione di Carlin Petrini, capace di unire l’assoluta maestria musicale allo spirito di improvvisazione e di coinvolgimento del pubblico, il Corpo Bandistico A. Rebora, la Banda locale, più tradizionale e con una lunga e prestigiosa storia legata alla Civica Scuola di Musica di Ovada fondata a metà del 700, che nel corso dell’Ottocento ebbe un periodo di particolare sviluppo proprio sotto la direzione del maestro ovadese Antonio Rebora (1815-1861) da cui prende il nome; e Les Traine Savates, straordinario ensemble francese di 9 elementi che ha una storia di oltre 10 anni e una capacità ineguagliabili di catturare l’attenzione degli spettatori. Per loro si tratta della prima volta in assoluto in Italia.

La Festa prevede sia momenti ad hoc per le singole bande, attraverso il centro di Ovada, sia una reunion comune Italia-Francia, una grande jam session finale, durante la quale le tre bande si incontreranno per suonare tutti insieme e inventare un dialogo popolare fatto di musica.

Tre modi diversi di vivere la Banda, tre sguardi diversi, ma affini, sulla musica. Da una parte una formazione bandistica più tradizionale ma aperta e curiosa del confronto, dall’altra, con Bandakadabra, capace di passare con disinvoltura dal jazz al Balkan fino alla melodia italiana, e Les Traine Savates, veri e propri musicattori che suonano e ballano a ritmo di Funky ma anche di Hip Hop, due evoluzioni del concetto stesso di Banda o quantomeno un diverso modo di rappresentarla.

In collaborazione con Città di Ovada, Pro Loco di Ovada, Enoteca Regionale di Ovada e del Monferrato.


In Collaborazione con:

 
Ovada
Ovada
 

 
Enoteca di Ovada
Pro Loco di Ovada