Attraverso Paesaggi – Attraverso Festival
195
page-template-default,page,page-id-195,page-child,parent-pageid-61,ajax_fade,page_not_loaded,,vertical_menu_enabled,side_area_uncovered_from_content,transparent_content,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-9.4.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Attraverso Paesaggi

"Musiche da vedere, immagini da ascoltare” 

Quando:

3 settembre 2016, ore 21.30

Dove:

CASALE MONFERRATO, Piazza Mazzini

3D visualmapping e dj set

Un appuntamento sensoriale per gustare il Monferrato dove le luci e i suoni di “Attraverso paesaggi” si fondono con i profumi e i sapori del Grignolino, l’anarchico vino del Monferrato

Un appuntamento sensoriale per gustare il Monferrato dove le luci e i suoni di “Attraverso paesaggi – Musiche da vedere, immagini da ascoltare”, la performance di 3d visual mapping a cura del collettivo Grooveme, si fondono con i profumi e i sapori del Grignolino, l’anarchico vino del Monferrato.

Nel cuore della città, Piazza Mazzini, un allestimento ambientale restituisce le terre e il paesaggio del vino, per degustare i vini dei migliori produttori locali immersi nell’atmosfera monferrina.

Come funziona? 

Botti e balle di paglia per trasformare la piazza in paesaggio, un calice di vetro diventa la chiave per entrare nel mondo autentico del Grignolino, con scenografie di visual mapping spettacolari create appositamente per questo appuntamento di Attraverso Festival.

Il video mapping è una nuova frontiera dell’arte e della tecnologia e consiste nel proiettare “immagini” in computer grafica su superfici reali, ottenendo spettacolari effetti di proiezione 3D.

Una tecnica di proiezione evoluta, che trasforma qualsiasi tipo di superficie in un display dinamico. Tramite appositi software, tra cui il più importante è “Madmapper“, si creano delle animazioni, delle immagini, video e giochi di luci talmente customizzati che “giocando” con la superficie sulla quale vengono proiettati, sono in grado di stupire il pubblico lasciandolo, letteralmente a bocca aperta.

Attraverso il videomapping, le proiezioni animate, riescono ad ingannare la percezione visiva dello spettatore a tal punto, da non fargli più distinguere la realtà dalla finzione (proiezione). Ciò che si riesce a realizzare è un’esplosione di immagini, in grado di coinvolgere totalmente lo spettatore ed ogni evento pubblicitario, riesce a trasformarsi in una vera e propria “illusione di massa”.

In alcuni video, si ha l’illusione di vedere ballare un edificio o vederlo crollare letteralmente su se stesso.

Le proiezioni, cadenzate lungo tutto il corso della serata e intervallate da dj set che animeranno la piazza, hanno l’obiettivo di valorizzare artisticamente e culturalmente i luoghi simbolo della città e dare “nuova vita” a monumenti, palazzi, chiese, edifici storici, attraverso l’utilizzo di avanguardistiche tecniche di proiezione.
La proiezione audiovisiva diventa un’esperienza attiva nel corpo della città.

Le province…